Impariamo ad usare la Hugbike

Impariamo ad usare la Hugbike

Andare in bicicletta per i bambini è un’avventura alla scoperta del mondo. Non tutti però possono permetterselo. Per un ragazzo autistico andare in bici è una vera sfida, utilizzare le biciclette comuni non sempre è possibile.             I ragazzi autistici possono non avere la percezione del pericolo, possono soffrire di crisi improvvise, possono avere difficoltà con l’equilibrio. L’acquisizione delle diverse abilità rappresenta sempre una vera e propria sfida. Immaginate una bici fatta su misura per le loro necessità. È nata così la Hugbike (la bici degli abbracci), un mezzo di trasporto speciale dedicato a chi soffre di autismo, in cui il guidatore sta dietro e abbraccia il passeggero grazie a un manubrio molto lungo. Molte famiglie usavano il tandem ma più volte è successo che al semaforo i ragazzi scappassero. Con il tandem non hai la possibilità di parlare a tuo figlio, di rassicurarlo, di controllare il suo stato d’animo. La particolarità della Hugbike è che il bambino viene come abbracciato dal padre o dalla madre durante la guida della bici e questo gli permette di sentirsi al sicuro. I genitori possono parlare all’orecchio del figlio durante la pedalata e controllare il suo stato d’animo. Inoltre con il suo manubrio personale il bambino ha la percezione di guidare la sua bici, proprio come tutti gli altri. La Hugbike, viaggia in tutta Italia da Nord a Sud per realizzare il sogno di molti figli autistici, che sembra in apparenza uno dei più facili: andare in bici. Diversamente ONLUS attualmente dispone di due Hugbike che mette a disposizione per le uscite per la pratica all’uso. Kevin è a...
La Qualità dell’inclusione scolastica e sociale – Convegno Erickson

La Qualità dell’inclusione scolastica e sociale – Convegno Erickson

Il Centro Studi Erickson organizza il Convegno Internazionale “La Qualità dell’inclusione scolastica e sociale, un evento di rilevanza strategica per fare il punto su educazione, inclusione scolastica e disabilità. Giunto all’undicesima edizione, il Convegno caratterizza da oltre 20 anni il percorso formativo e professionale di oltre 30.000 insegnanti, dirigenti, pedagogisti, educatori e professionisti che quotidianamente lavorano per promuovere un’inclusione scolastica e sociale di Qualità. Il successo dell’edizione 2015, che ha visto la partecipazione di 5.000 persone, è il segnale di un passaggio consapevole da una scuola che non si limita solo a integrare gli alunni con disabilità a una scuola pienamente inclusiva, che sappia valorizzare l’infinita varietà delle differenze umane. L’evento di quest’anno – in programma dal 3 al 5 novembre 2017 al Palacongressi di Rimini – sarà l’occasione per mettere in luce il percorso che è stato fatto in questi anni e riflettere sui grandi temi dell’inclusione, della disabilità e dell’interculturalità per confrontarsi e delineare nuovi percorsi, ascoltando le voci le voci e i contributi dei maggiori esperti nazionali e...